Nei Dintorni


Coscio si trova al centro di un insieme di attrazioni turistiche che vanno dalla splendida Valle dei templi di Agrigento alla spiaggia bianca di scala dei Turchi.

 

 

Agrigento

 

Tempo di percorrenza dall'agriturismo: circa 20 minuti

 

Un sito di incomparabile bellezza, la Valle dei Templi è appollaiata in cima a una collina e domina il Mediterraneo. E' quanto rimane dell’antica Akragas, città dove nacque il filosofo Empedocle, e raggruppa cinque santuari dorici eretti attorno al V secolo a.C.. I templi, in buono stato di conservazione malgrado i terremoti dei secoli successivi, sono dedicati a Ercole, alla Concordia, a Giunone, a Giove Olimpico e ai Dioscuri Castore e Polluce. Il Museo Archeologico espone reperti riportati alla luce nell’area, e in particolare i telamoni (atlanti) del tempio di Giove. Di fronte, il quartiere greco-romano custodisce abitazioni che risalgono a un periodo che va dal IV secolo a.C. fino al V secolo d.C. Alcune presentano ancora tracce di affreschi e di mosaici.
Dopo aver visitato il sito, è una buona idea gironzolare per le stradine strette e sinuose della vecchia Agrigento che si estende nella parte alta della città. Come dice il suo nome, Santa Maria dei Greci, una chiesa normanna dell’XI secolo, sorge su un tempio greco del V secolo a.C. probabilmente consacrato ad Atena: notate il soffitto in legno e i mosaici bizantini. Fondata nel 1290, la chiesa abbaziale di Santo Spirito è ornata da un bel soffitto a cassettoni (1758) e da quattro graziosi bassorilievi in stucco di Giacomo Serpotta.
Appena 6 km a sud-ovest di Agrigento, nella zona del Caos, si trova la casa natale di Luigi Pirandello trasformata in museo.

 

Naro

 

Tempo di percorrenza dall'agriturismo: 5 minuti

 

Naro, le cui origini risalgono ai Sicani (1300 a.C.), è stata una delle più importanti e ricche città della Sicilia, con influenze greco-romane.

Si distinse nel periodo del Vespro e delle guerre di conquista di Federico Barbarossa; fu sede del regno di Bianca di Navarra, poi regno dei Chiaramonte e, nel 1645, nel momento del massimo sviluppo politico e culturale, vi sorsero anche due Università.
"Naro felicissima", città dalle 40 chiese, fu patria di uomini illustri, di Santi e Beati e di romantiche leggende. In questa terra, fin dal XIV secolo, visse e prosperò la famiglia dei conti Gaetani, di antichissima nobiltà, unica ma divisa in molti rami ed imparentata con le più prestigiose famiglie di Sicilia come gli Angiò di Villabianca e i Tomasi di Lampedusa. 


 

Scala dei turchi

 

Tempo di percorrenza dall'agriturismo: 45 minuti

 

Uno dei siti naturalistici più belli e suggestivi d'Europa è la Scala dei Turchi. Un enorme sperone di roccia bianca abbagliante che si protende dolcemente verso il mare, nei pressi della cittadina di Realmonte, a circa 15km da Agrigento. Il nome deriva dai pirati arabi e turchi che erano soliti ripararsi in questa baia. Trascorrervi una giornata adagiati nei suoi gradini lisci ed approfittare per farsi una nuotata nelle acque limpide che la circondano è un'eserienza consigliabile. 



Palma di Montechiaro 


Tempo di percorrenza dall'agriturismo: 15 minuti

 

Palma di Montechiaro, posta a pochi chilometri da Agrigento, è conosciuta come la città del Gattopardo. Fondata nel 3 maggio 1637 da Carlo Caro e Tomasi di Lampedusa. Uno dei suoi discendenti è l’autore Giuseppe Tomasi di Lampedusa (1896-1957) autore del famoso Gattopardo. Tra le attrazioni turistiche vi sono il Monastero delle benedettine, il Palazzo Ducale, il Castello Chiaramontano.
Il Castello Chiaramontano, costruito nel 1353, è l' unico castello chiaramontano a sorgere sul mare, su uno strapiombo denominato “Baia delle Sirene” in prossimità di Marina di Palma.

 

 

Festività


18 giugno: festa del patrono

Febbraio: festa del mandorlo in fiore

Pasqua: Riti della settimana Santa

 

Descrizione immagine
Descrizione immagine
Descrizione immagine
HOME